Viola misure cautelari a cui era sottoposto: arrestato e portato in carcere

Reiterate violazioni della detenzione domiciliare e delle misure cautelari a cui era stato sottoposto dal Gip del Tribunale. Ed è per questi motivi che i carabinieri della Compagnia di Canicattì, in esecuzione dell’ordinanza di aggravamento della misura, emessa dalla Corte d’Appello di Palermo, hanno arrestato Gian Piero Lo Giudice, 37 anni, di Canicattì, notificandogli l’ordine di carcerazione. Dopo le formalità di rito, è stato portato alla Casa circondariale di Caltagirone dove dovrà, appunto, restare a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Lo Giudice alcuni mesi fa è stato condannato, dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, per le accuse di rapina, resistenza a Pubblico ufficiale, danneggiamento, lesioni personali aggravate e detenzione illegale di arma, alla pena di 6 anni e 6 mesi di reclusione. Sei anni invece sono stati inflitti al complice, anche lui canicattinese. I due vennero fermati dalla polizia, il 17 dicembre del 2020, dopo due rapine, e un’avventurosa fuga con inseguimento sui tetti.