Verso Akragas – Foggia , Di Napoli perde Salvemini ma ritrova un Addario motivatissimo

Verso Akragas -Foggia : difficile il recupero di Salvemini, scalpitano Klaric e Cocuzza.

DOMENICO VECCHIO

Salvemini non sarà della partita a causa di una botta rimediata in allenamento. Anche ieri il calciatore si è allenato a parte, per cui è improbabile il suo impiego nella gara contro il Foggia. Al suo posto, nella linea di attacco, potrebbe essere impiegato dal primo minuto Klaric e uno tra Cocuzza e Cochis.

Di Napoli però non si sbilancia, in settimana ha provato diverse soluzioni e punta sulla forza del gruppo per fare risultato contro il la squadra allenata da Giovanni Stroppa.

A sentire le dichiarazioni del loro allenatore  – dice Di Napoli in sala stampa – non ci sarà partita, loro devono vincere a tutti i costi, faranno di noi un boccone“.

L’allenatore dell’Akragas usa toni sarcastici alla vigilia della delicata sfida dell’Esseneto in programma sabato con inizio alle 14,30. Il pubblico, come contro il Catania, sarà determinante per trascinare i ragazzi verso un risultato positivo.

Salvemini – aggiunge il tecnico campano – sicuramente non ci sarà, ma ho 23 giocatori e so che posso contare su ognuno di loro. La nostra squadra ha trovato i giusti equilibri ed anche dal punto di vista tattico siamo cresciuti tanto, dobbiamo continuare così, contro il Foggia mi aspetto conferme, perchè ho un gruppo molto serio e soprattutto fatto di calciatori ambiziosi”.

Tra i pali si rivede Stefano Addario, che questa stagione ha giocato solo una partita intera (a Reggio Calabria ). Per lui sarà un test significativo, un’occasione da sfruttare per mettersi in mostra.

“Difficile per un portiere trovare i tempi giusti quando non si scende in campo con continuità, ma personalmente posso solo migliorare”. Dice Addario che sulla partita aggiunge : Loro sono undici e anche noi siamo undici. Se saranno più bravi di noi, allora, gli stringeremo le mani a fine gara, però dalla mia squadra voglio cancellare quello che abbiamo fatto di buono e di sbagliato fino ad ora. Non bisogna arrampicarsi sugli specchi o cercare alibi. Dovremo fare una prestazione superlativa. Dobbiamo avere dentro determinati concetti per fare risultato”.

Akragas – Foggia sarà sicuramente una partita diversa rispetto a quella vista contro il Catania, ma l’Akragas ha lavorato bene e la voglia di centrare un’altra impresa non manca. (DV)