Una “Fantastica Napoli” nell’applaudito spettacolo del Centro Arte Danza di Licata

Una “Fantastica Napoli” protagonista dello spettacolo di fine anno dell’ASCD Centro Arte Danza di Licata diretto da Carmela Liberto e Clara Messina.

Come ogni anno un pubblico entusiasta e al contempo incantato dalle coreografie confezionate in maniera certosina e professionale. Gli allievi sono riusciti a dimostrare tutta la loro bravura frutto di un anno di duro e costante lavoro accademico.

Sul palco tutti gli stili della danza: dal classico al contemporaneo e poi moderno, acrodanza, break, hip hop, video dance e musical  jazz.

Il saggio è ruotato interamente attorno alla bellissima città del Vesuvio. Tra tarantelle, personaggi tipici e non solo,  si è riuscito attraverso un lavoro riveduto e di fantasia, a mettere in scena una storia triste ambientata appunto a Napoli di ragazze sperdute finita però a lieto fine grazie all’amore. Uno spettacolo ricco di momenti emozionanti e tanto movimento.

Gli insegnanti spendono il loro tempo per inculcare ai giovani con la passione per la danza tutte le basi di questa bellissima arte e lo si è visto anche quest’anno.

Il loro è un bel bagaglio di esperienza. In particolare Clara Messina,  insegnante e coreografa qualificata dal CONI, è diplomata al MAS di Milano prendendo parte a spettacoli pure di grande rilievo e a trasmissioni RAI.

Grazie a questa professionalità, la scuola è stata sempre molto attiva nell’organizzazione e partecipazione a stage con ospiti illustri. Gli allievi hanno ottenuto negli anni diverse borse di studio e vari premi e sostengono inoltre esami di danza valutati da maestri dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma. 

Centro Arte Danza si avvale poi della collaborazione di istruttori qualificati come Filippo Randisi e Valeria Costanza. 

Questo ennesimo saggio, condotto da Giuliana Fraglica, ha rafforzato l’idea già consolidata di una scuola al passo coi tempi ed in costante crescita. Grandissima soddisfazione dunque per le direttrici non solo nel vedere i loro allievi sempre più preparati ma di constatare inoltre l’appoggio ed il consenso popolare sempre più in ascesa. (GS)