Ultimo derby d’andata per la Fortitudo. Contro Torrenova a caccia di conferme

Ultimo derby d’andata per la Fortitudo. Contro Torrenova a caccia di conferme

di Michele Bellavia

Fortitudo Agrigento a caccia di conferme nell’ultimo derby del girone d’andata: domenica 10 dicembre (inizio ore 18), il parquet del PalaMoncada ospiterà la sfida contro la Fidelia Torrenova. Le due compagini si sono già incontrate in occasione della Supercoppa Centenario e la formazione biancazzurra è uscita vincente (92 – 61) dal match disputato al PalaTorre lo scorso 18 ottobre.

Per i biancazzurri di coach Catalani si tratta di un appuntamento da non mancare, soprattutto dopo la trionfale trasferta di Bologna, con l’obiettivo di concedersi il bis. Un eventuale vittoria, infatti, consentirebbe, non soltanto di scalare ulteriormente la classifica, ma di arrivare allo scontro diretto contro Bernareggio – ultima partita del girone d’andata – con la giusta carica di agonismo. 

Tuttavia, la Fidelia Torrenova giunge a questo derby con uno spirito tutt’altro che remissivo, galvanizzata dalle due vittorie consecutive conseguite contro la Sangiorgese e la Pallacanestro Crema; in particolare, il match contro i cremaschi è stato il risultato a sorpresa della 5ª giornata e ha evidenziato l’eccellente tenuta mentale dei messinesi in grado di recuperare uno svantaggio di 16 punti.

La compagine agli ordini di coach Giuseppe Condello gioca una pallacanestro “run and gun” ovvero correre, spaziare il campo e prendere il primo tiro buono; in tale contesto, i messinesi hanno alcuni tra i migliori tiratori del girone B1: Giorgio Galipò, Simone Lasagni e Vincenzo Di Viccaro sono davvero temibili dal perimetro. Galipó, play classe ’99, tira con il 56% dall’arco e Lasagni, guardia/ala classe ’94, tira con il 54%. Infine, c’è Vincenzo Di Viccaro; l’esterno classe ’84, è l’ex di turno avendo disputato tre stagioni ad Agrigento dove ha lasciato un ottimo ricordo; è un giocatore di grande duttilità e tecnica, gran tiratore dall’arco (48%) con tanti punti nelle mani (14 di media). Altri elementi di punta sono: Luca Bolletta, ala classe ’92 e Mirko Gloria, ala/centro classe ’95, uno dei migliori rimbalzisti del girone.

Probabile starting five: Galipò, Di Viccaro, Lasagni, Bolletta, Gloria.