Tre proiettili, e un mazzo di fiori secchi: intimidazione ad allevatore

Qualcuno ha lasciato tre proiettili calibro 38, e un mazzo di fiori secchi, davanti ad un ovile, in stato di abbandono, nelle campagne di Licata. L’inquietante messaggio intimidatorio è stato trovato dal proprietario, un allevatore licatese, trentatreenne. L’uomo ha subito formalizzato la denuncia, a carico di ignoti, ai poliziotti del Commissariato cittadino.

Gli agenti hanno subito avvisato la Procura di Agrigento, ed avviato l’attività investigativa. Sul posto s’è precipitata la polizia Scientifica per i rilievi di rito. I tre proiettili, di una calibro 38 special, ed anche il mazzo di fiori secchi sono stati posti sotto sequestro. Non è chiaro quando il messaggio intimidatorio sia stato lasciato davanti l’ovile. L’allevatore pare che non andasse da tempo. nella struttura.

Il trentatreenne è stato sentito dagli investigatori, e avrebbe riferito di non avere alcun sospetto, e di non avere ricevuto minacce.