Travolto da auto davanti casa, morì pochi giorni dopo: 5 agrigentini indagati per omicidio colposo

Il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Alessandra Russo ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini nei confronti di cinque persone che da oggi sono indagate per omicidio colposo e favoreggiamento.

La vicenda risale all’aprile scorso quando nel pieno centro di Lampedusa il 65enne Giovanni D’Ippolito fu travolto da un’auto mentre si trovava seduto davanti la propria abitazione tra le vie Duse e Verdi. L’uomo fu trasportato all’ospedale Civico di Palermo dove dopo pochi giorni morì.

Adesso la Procura di Agrigento accende più di una luce su quell’episodio. Secondo gli inquirenti il 65enne fu travolto da una Reanualt Scenic, sfuggita al controllo di Messina che, mentre la stava lavando, avrebbe disinserito il freno a mano con il mezzo parcheggiato in discesa. Dopo il tragico schianto, secondo gli inquirenti gli indagati avrebbero manomesso la scena dell’incidente sostituendo la Renault Scenic   – nel frattempo ripulita e spostata in un parcheggio – con un Fiat Doblò e avrebbero anche eliminato evidenti tracce ematiche del 65enne.

L’accusa di favoreggiamento riguarda tre di questi perché avrebbero eluso le investigazioni dei carabinieri di Lampedusa.