Trasferta da dimenticare per Agrigento, al PalaBianchini domina Latina

Latina 87

Moncada Energy Agrigento 71

Latina: Durante 3, Cicchetti 10, Rodiguez 20, Alipiev 23, Lewis 11, Moretti 6, Cacace 9, Parrillo 5, Donati, Collazo. All Gramenzi

Moncada Energy Agrigento: Grande 21, Francis 10, Ambrosin 7, Chiarastella 7, Marfo 15, Costi 10, Bellavia, Peterson, Negri 1, Mayer. All.: Cagnardi

Arbitri: Boscolo, Pecorella, Grappasonno

Note: parziali: 24-17, 23-15,16-14, 24-25

Trasferta da dimenticare per Agrigento che al PalaBianchini riesce a limitare i danni solo nel finale di una partita che ha visto la squadra di casa dominare per ben tre quarti di gara con parziali netti. Finisce 87-71 per i neroazzurri. La squadra di coach Cagnardi paga i troppi errori in avvio che hanno fatto sì che la formazione di coach Franco Gramenzi prendesse fiducia con il passare dei minuti, nonostante l’assenza di Capitan Fall. Sulla sponda biancazzurra partita a corrente alternata per i due americani che lontano dal proprio fortino non riescono ad esprimersi con la dovuta continuità. Ma è tutta la Fortitudo a faticare, perdendo subito distacco con gli avversarsi fino al -17 nel secondo quarto e -15 all’intervallo. Qualche acciacco di troppo non permette al roster di coach Cagnardi di esprimere la propria pallacanestro, definita da molti allenatori una delle più belle del campionato, ma Latina parte subito forte con 24 punti nel primo parziale e 23 nel secondo.  Ben 46 punti subiti già alla pausa lunga, mettono davanti alla formazione biancoazzurra una rimonta che profuma di impresa. E’ il solito Grande a salire in cattedra e trascinare Agrigento verso il tentativo di rimonta. Al rientro la situazione non cambia con i locali che gestiscono il vantaggio fino alla fine, nonostante la Fortitudo cambi marcia e trovi maggiore continuità. Il playmaker è autore di ben 21 punti con un cinque su otto dalla lunga distanza. Marfo che fino a quel momento aveva sbagliato ben 5 liberi su 8, è il secondo miglior marcatore di Agrigento con 15 punti. In doppia cifra anche Costi e Francis con 10 punti a testa. Serata no per Lorenzo Ambrosin che mette a segno solamente 7 punti con 2 su 9 da due e 1 su 5 da tre. Male anche Negri. Il gregario voluto da Devis Cagnardi questa volta ha impattato male la partita. Anche per lui poca lucidità nelle fasi topiche della sfida e tanti, troppi errori con palle perse che hanno innescato le transizioni della squadra di casa. Per la formazione di Gramenzi è Alipiev il trascinatore con 23 punti. Il forte giocatore neroazzurro ha messo tre su sei dalla lunga distanza. In doppia cifra anche Rodriguez con 20 punti, 11 punti Lewis e 10 punti Cicchetti. In questa stagione, Agrigento, solamente a Piacenza ha sofferto così tanto senza mai rientrare in partita. Due punti persi ed ora un’altra trasferta, quella di Milano, per tornare a vincere cercando di recuperare tutti i giocatori a disposizione.

Foto Marika Torcivia – Benacquista Latina