Trasferita a Palermo la donna massacrata a colpi di spranga

Trasferita in elisoccorso al reparto di Chirurgia Maxillo Facciale dell’ospedale “Civico” di Palermo, l’agrigentina, poco più che cinquantacinquenne, massacrata da tre minori in via Boccerie, nel centro storico di Agrigento. Le sue condizioni sono critiche. I medici stanno facendo di tutto per salvarle la vita.

Nel frattempo è stata formalizzata l’accusa di tentato omicidio a carico dei tre minorenni, che hanno dai 16 ai 17 anni, già denunciati in stato di libertà, per la rapina e la violentissima aggressione.

I gravi traumi e le fratture alle ossa del viso, che l’agrigentina ha riportato, sarebbero stati causati con una spranga di ferro, e con una bottiglia di vetro.