Tenta truffa dello specchietto: arrestato 28enne

E’ andata male a un truffatore ventottenne residente a Castrofilippo, che è stato arrestato dalla polizia all’Altipiano Lanterna a Porto Empedocle, dopo avere tentato la nota truffa dello specchietto. Il giovane poco prima, in via Gramsci nel centro empedoclino, aveva scagliato una pigna contro l’auto guidata da un pensionato settantacinquenne di Porto Empedocle, e iniziando a gesticolare, e a gridare, era riuscito a far arrestare la marcia all’automobilista, sostenendo che era stato urtato, e che gli aveva danneggiato lo specchietto retrovisore.

Poi ha tentato di convincere l’anziano a rinunciare a ricorrere all’assicurazione, come si fa normalmente in questi casi, e a rimborsare in contanti una cifra “forfettaria”. Alla richiesta di soldi però il pensionato, pensando che quella era un palese tentativo di truffa dello specchietto, ha risposto di essere un appartenente alle forze dell’ordine in pensione, e d’essere pronto a chiamare i colleghi per sincerarsi dell’accaduto.

Il truffatore a quel punto s’è rimesso in macchina, allontanandosi velocemente, ma non ha fatto i conti con il settantacinquenne che ha preso, e appuntato modello dell’auto, e parte della targa ed ha subito chiamato il 112. In poco tempo gli agenti del Commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle sono riusciti ad intercettare quell’auto e ad arrestare, in flagranza di reato, il ventottenne che, in attesa dell’udienza di convalida, è stato posto ai domiciliari.