Stop al precariato. UIL: “Ripartiamo dal lavoro stabile e dignitoso”.

Per lavoro dignitoso si intende un lavoro che sia produttivo e che assicuri un giusto reddito, che garantisca sicurezza sul luogo di lavoro e protezione sociale alle famiglie, così come prospettive di crescita personale e integrazione sociale. Da tempo la Uil con il suo Segretario Nazionale, Pierpaolo Bombardieri ,rivendica più diritti e tutele per i lavoratori a cominciare dal diritto al lavoro dignitoso. “La situazione che stiamo affrontando deve farci riflettere sul modello di lavoro attuale. Precariato e contratti a tempo determinato la fanno da padrone. È il momento di invertire questa tendenza: noi rivendichiamo lavoro stabile e di qualità. Basta precariato”.
La provincia di Agrigento da tempo immemore è all’ultimo posto per qualità di vita e opportunità di lavoro. Il Segretario della Uil di Agrigento, Gero Acquisto evidenzia la forte correlazione tra lavori sicuri e una crescita economica stabile e inclusiva.
Una prolungata mancanza di opportunità di lavoro dignitose, investimenti insufficienti e sottoconsumo portano a un’erosione del contratto sociale di base a fondamento delle società democratiche.
I giovani in età lavorativa devono avere la possibilità di pensare al loro futuro, formarsi una famiglia, acquistare una casa e non vedere la pensione come un privilegio di generazioni passate.
Attualmente avere un lavoro non è uguale ad avere un lavoro dignitoso, difatti numerosissime persone occupate vivono sotto la soglia di povertà, non riuscendo a soddisfare i propri bisogni primari”.
Conclude Acquisto: “Non è un caso se il Lavoro dignitoso è uno degli obiettivi dell’agenda 2030 e noi come Organizzazione sindacale siamo in prima linea per raggiungere questo traguardo importantissimo ridando Dignità al lavoro ed ai lavoratori.”