Statuto Fondazione Pirandello, il comune: “A lavoro per un’offerta di alto livello”

“Un nuovo Statuto che serva a dare stabilità e un rilancio soprattutto dopo lo “stop” causato
dall’emergenza pandemica.” Con queste premesse il Comune di Agrigento annuncia di essere a lavoro “per consegnare, finalmente, alla città il nuovo Statuto della Fondazione Teatro Pirandello”. La giunta Micciché interviene dopo che nei giorni scorsi era stata inserita all’ordine del giorno del consiglio comunale proprio l’approvazione dello statuto e rinviata su proposta del consigliere La Felice. “L’approvazione del nuovo testo statutario- si legge in una nota-  consentirà di dare un nuovo e più stabile assetto rappresentativo all’Ente Fondazione che sarà in grado di offrire un’offerta culturale di alto livello. Si tratta afferma l’assessore alla cultura e allo spettacolo Costantino Ciulla– di un primo importante passo che servirà soprattutto a nominare il nuovo presidente della Fondazione, ruolo ad oggi carente in funzione della impossibilità da parte del Sindaco e dell’assessore al ramo di ricoprire più incarichi per inconferibilità e incompatibilitàsecondo quanto previsto dalla normativa vigenteEd,infatti, la Fondazionesotto questo punto di vista,oramai da anni era ed è sprovvista della figura del Presidente, condizione che certamente non poteva trovare continuità con l’attuale amministrazione che intende lavorare in trasparenza e legittimità.
“Grazie al lavoro della Commissione Consiliare, dei consiglieri comunali e dell’amministrazione tuttacontinua l’assessore Ciulla– a breve saremo in grado di offrire alla città uno strumento che si apre al mondo della cultura, dell’arte, della musica e dello spettacolo garantendo standard qualitativamente elevati e con artisti di primo piano”. “Ringrazio altresìsottolinea Ciulla quanti in questi mesi, dietro le quinte, hanno voluto dare un contributo fattivo e collaborativo per quella che sarà una nuova stagione teatrale, e non solo, che si aprirà a tutte le realtà ad oggi non valorizzate. Una visione lungimiranteconclude Ciullache solo grazie a chi ha lavorato e lavora senza clamore permetterà alla città di Agrigento di essere vero ‘ombelico’ del mondo del teatro, dell’arte e  della cultura”. Sull’argomento il gruppo di Forza Italia aveva chiesto  di far ricadere la scelta dei compotenti la Fondazione  “ su figure nuove, diverse dai soliti steccati della politica, che abbiano una notevole esperienza nei propri ambiti tali da auspicare la capacità di dare della fondamenta solide alla Fondazione proprio ora che il Teatro Pirandello può ripartire”.