Smottamento sulla statale 122, Servire Agrigento: “Anas batta un colpo”

Il ritardato avvio dei lavori lungo la strada statale 122, nei pressi di contrada Andolina, nel territorio di Canicattì, dove lo smottamento del manto stradale ha determinato il restringimento della carreggiata e l’installazione di un semaforo, è la dimostrazione concreta dell’approssimazione con la quale Anas stia gestendo l’intervento e dell’immobilismo che lascia la Sicilia impantanata tra burocrazia e inefficienze di vario tipo”. Lo afferma il coordinatore provinciale del movimento politico “Servire Agrigento”, Raoul Passarello. “Dopo quasi due mesi dalla disposizione del senso unico alternato è davvero imbarazzante che non si intraveda nessun operaio e nessun macchinario in azione pur rappresentando il tratto di strada la principale via d’accesso a Canicattì dove hanno sede diverse aziende, imprese e punti vendita. Di fronte al persistente e preoccupante silenzio, il Comune di Canicattì farebbe bene a sollecitare l’Anas ad individuare le soluzioni più appropriate per garantire l’immediato avvio dei lavori, recuperare il tempo perso e porre fine agli insostenibili disagi alla circolazione stradale”.