“Si teme una fuga di gas”, scoppia il panico. Sindaco: “A destare preoccupazione il rumore dell’aria compressa”

Attimo di panico, questa mattina, in via Olanda a Favara per una presunta fuga di gas dalla rete del metano, ancora però in fase di realizzazione. La ditta che si sta occupando dei lavori, infatti, ha iniziato a mettere in pressione l’infrastruttura utilizzando semplice aria compressa per verificare eventuali rotture o perdite. I residenti hanno pensato che si trattasse di una fuga di gas, e in pochi minuti s’è scatenato il fuggi fuggi dalle case, mentre diversi genitori sono andati a prendere i propri figli nella vicina scuola. I vigili del fuoco del Comando provinciale di Agrigento, e i carabinieri della Tenenza di Favara, accorsi immediatamente nella zona, hanno accertato che non vi era alcuna fuga di gas.

In seguito all’allarme diffusosi in via Olanda, e in merito alla presunta fuga di gas dagli impianti della rete del metano, il sindaco di Favara Antonio Palumbo, con una nota ha rassicurato la cittadinanza sul fatto che gli stessi al momento sono vuoti e non sussiste, quindi, alcun pericolo.

“A destare preoccupazione è stato solo il rumore dell’aria compressa utilizzata dalla ditta che sta mettendo a regime le reti proprio per verificare che gli interventi siano stati realizzati in modo corretto – ha detto il primo cittadino -. Da accertamenti effettuati, tutto sarebbe scaturito da una valvola che è stata aperta da ignoti e non da una rottura o perdita nella rete. Ad ogni modo l’amministrazione ha chiesto formalmente all’impresa di avvisare con congruo anticipo dell’avvio di tali operazioni al fine di avvisare i cittadini ed evitare situazioni come quella che è avvenuta stamattina. Non è tollerabile che si possa generare il panico perché si è deciso di non comunicare nulla né ai cittadini né agli enti preposti, soprattutto in un momento in cui alta è l’attenzione su questi temi”.