Scomparsa di Gessica Lattuca, il padre: “Possibile che nessuno sa”?

Il padre di Gessica Lattuca, dal carcere di Agrigento dove si trova recluso, fa sentire il suo appello attraverso la trasmissione Quarto Grado che torna ad interessarsi della scomparsa della giovane mamma di Favara, di cui non si hanno più notizie dallo scorso 12 agosto.

Durante il programma viene in particolare letta una lettera spedita proprio dal papà della donna.

Questo il contenuto: “Gessica è scomparsa e io ero in galera da poco, sono molto disperato, perchè non riesco a capire cosa è successo a quella povera figlia, una madre che ama i suoi figli e che ora sono tutti a casa e piangono per lei. La mia ex moglie sta con loro e voglio sapere da lei se non sapeva che vita faceva Gessica. Non si era accorta di nulla? Ma come è possibile? E tutti gli altri non hanno visto nulla? Io non credo che faceva la prostituta come dicono dalle intercettazioni di quelle persone che non capisco cosa volevano da mia figlia. Io chiedo a tutti di aiutarci a scoprire la verità, tutti si devono mettere la mano sulla coscienza e non devono invece parlare male di mia figlia. Parlano pure di filmini che servivano a fare i ricatti, ma non possono credere a tutte queste cose brutte. Gessica si era fidata di qualche amicizia sbagliata? Oggi tutti piangiamo ma deve farlo chi ha fatto male a Gegè. Grazie a tutti voi di Quarto Grado. Noi vi seguiamo in carcere. Aiutatemi a trovare l’unica mia figlia bella”. Giuseppe Lattuca.