Scala dei Turchi, sopralluogo dei periti nominati dal comune

Sopralluogo alla Scala dei Turchi del geologo Pasquale Mastrosimone e del docente universitario Gabriele Freni, periti nominati dal comune, per una valutazione tecnica al fine di ottenere una fruizione anche parziale del sito ed individuare gli interventi idonei, oggi e nel futuro, per rendere il luogo fruibile in massima sicurezza. Di recente la protezione civile ha effettuato un intervento di messa in sicurezza di una parte della scogliera. E, dopo i controlli effettuati ieri, saranno avviati i lavori di completamento dell’intervento di messa in sicurezza dell’area. Inoltre, i periti hanno verificato che le opere effettuate siano ancora efficaci ed efficienti nel mantenimento della scogliera per evitare i crolli. “ E’ necessario da un lato verificare che gli interventi appena completati – spiega il prof. Gabriele Freni- siano ancora efficaci e poi, completarli con alcune aggiunte che servano a garantire la massima sicurezza del camminamento dalla spiaggia verso la scala. In un ambito controllato perché non è pensabile un utilizzo di questo bene in maniera del tutto incontrollato e senza che ci sia personale che segua le attività”. I periti accompagnati dal sindaco Sabrina Lattuca e dal responsabile della Protezione Civile comunale, Enzo Cottone, hanno acquisito foto e filmati dell’area interessata. “Un primo sopralluogo sulla Scala Majata,- afferma il geologo Pasquale Mastosimone- per ottenere una fruizione anche parziale ed pianificare interventi che possano rendere l’area fruibile, ma in massima sicurezza”
“ Siamo molto soddisfatti. Abbiamo incaricato i due tecnici, precedentemente nominati dalla procura- spiega il sindaco Sabrina Lattuca- per valutare il revisionando PAI sulla Scala dei Turchi e sulla parte sottostante il Promontorio del Faro per rendere nuovamente le due aree fruibili, tutelando sia i siti che la collettività . Oggi i due tecnici stanno verificando se gli interventi di messa in sicurezza, sono sufficienti per rendere accessibili i siti. Noi confidiamo nel loro lavoro ed in quello dell’Autorità di Bacino. Stiamo operando tutti insieme per tutelare a 360° la bellezza e rendere fruibili le due aree in modo sicuro. L’amministrazione comunale- continua il sindaco- ha già attivato un progetto obiettivo :“Scala dei Turchi”, sono state già pubblicate delle manifestazioni di interesse e contiamo di adeguare l’accesso e la fruibilità (renderlo più efficiente e di fornire tutti i servizi) all’importanza che un SIC deve avere, luogo candidato a divenire bene dell’Unesco, che tutto il mondo conosce”.
Gli uffici del comune stanno lavorando per riaprire la Scala dei Turchi e renderla fruibile alla collettività se pur in maniera contingentata- afferma Enzo Cottone- si stanno verificando le condizioni del sito, studiando delle soluzioni che diano maggiore sicurezza all’area nel rispetto che il sito merita, per garantire l’incolumità delle persone. Speriamo in tempi brevi di avere queste soluzioni e di attuarle in maniera tale da pensare che si possa concretamente riaprire il sito della Scala dei Turchi”.