Rinvenuta mini piantagione. Arrestato barista 34enne

Una vera e propria mini piantagione “casalinga” di “Cannabis”, all’interno dell’abitazione di un barista di Licata. L’operazione è stata condotta dai carabinieri della locale Compagnia. Le manette ai polsi sono scattate per D.G., un 34enne che, adesso deve rispondere di coltivazione di cannabis e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Il giovane ha nominato quale suo difensore l’avvocato Giuseppe Vinciguerra. In particolare durante le verifiche svolte nell’immobile nella disponibilità del licatese, sono state scovate e sequestrate 8 piante di marijuana, e un altro quantitativo di sostanza stupefacente, per diverse decine di grammi, che da un primo esame sarebbe risultata eroina.

I carabinieri hanno stretto le manette ai polsi del 34enne, e a suo carico la Procura della Repubblica di Agrigento, ha subito disposto la detenzione nel carcere di contrada “Petrusa”, in attesa dell’udienza di convalida.