“Riani-mare”, iniziativa sulla spiaggia di Giallonardo

Promuovere la cultura della defibrillazione precoce e far comprendere a tutti la semplicità e l’importanza dell’uso precoce del defibrillatore per salvare vite umane. Questo l’obiettivo  dell’iniziativa: “RIANI-MARE- 3 mosse per salvare una vita”, svolta ieri mattina  nello  stabilimento balneare Baia delle Sirene di Giallonardo a Realmonte. L’istruttore Riccardo Pagnottella di BLS-D “IRC Comunità A.P.S.”  dei volontari della “S.S.T.-Squadre di Soccorso Tecnico delegazione di Sciacca O.D.V. ha tenuto un corso di due ore  con prove pratiche dimostrative per sensibilizzare  i presenti e promuovere la cultura della defibrillazione precoce e far comprendere a tutti la semplicità e l’importanza del defibrillatore per salvare vite umane.

“ Questa giornata informativa- spiega Riccardo Pagnottella- ha  l’obiettivo di sensibilizzare l’utilizzo del Numero Unico di Emergenza 112 e far comprendere in pochi minuti a qualunque cittadino come sia semplice l’utilizzo di un Defibrillatore semiautomatico o automatico (DAE) e quanto sia fondamentale un intervento immediato, sottolineando come l’Italia ha atteso per 20 anni la Legge 116/2021 che finalmente autorizza chiunque, anche se non formato ad utilizzare un defibrillatore seguendo le semplici indicazioni dell’operatore dell’ Emergenza Sanitaria che lo guida passo passo. Il DAE se utilizzato entro i primi 3 minuti dall’evento, triplica la possibilità di sopravvivenza. Oltre all’utilizzo del defibrillatore si è fatta una dimostrazione delle tecniche RCP di Rianimazione Cardio Polmonare e di disostruzione delle vie Aeree (Adulto-bambino e lattante), dando la possibilità ai presenti di provare loro stessi tali manovre. Proficuo il corso di stamane rivolto alla cittadinanza- dice il sindaco Sabrina Lattuca-  ringrazio l’associazione Amici di Giallonardo,  i tecnici che hanno tenuto la lezione  e, Cinzia Savarino per aver promosso l’iniziativa, in ricordo del marito. E’ stato utilissimo  informare e formare  la comunità  con semplici ma utilissime dimostrazioni  che possono salvare una  vita.  Un’iniziativa promossa dall’Ass. “Amici di Giallonardo”,presieduta da Giovanni Alessi e realizzata  in occasione della giornata commemorativa dedicata a chi ci ha lasciato, in particolare a Giovanni Porrovecchio e Salvatore Formica,scomparsi prematuramente lo scorso anno.  Cinzia Savarino, vedova Porrovecchio, donò l’estate scorsa  all’associazione “Amici di Giallonardo” un defibrillatore semiautomatico DAE che fu collocato nello stabilimento balneare Baia delle Sirene e, ieri mattina il corso,  per un utilizzo immediato dello strumento in caso di emergenza. “ Siamo qui in ricordo di Giovanni Porrovecchio e di Salvatore Formica- afferma Cinzia Savarino-  abbiamo voluto dare dimostrazione di un corso di primo soccorso, informando i presenti  sulle  semplici tecniche  da mettere in atto per soccorrere chi  necessita di aiuto immediato e, nel caso del defibrillatore  bastano solo tre semplici gesti per salvare una vita. Ringrazio  il sindaco della sua presenza, l’associazione, i volontari  ed  il titolare del Lido per la sua disponibilità”.