Questore Maurizio Auriemma: “il bilancio è positivo, meno sbarchi e più arresti”

Questore auriemma

Meno reati e più controllo, i cittadini si sentono al sicuro grazie all’attività svolta dalle forze dell’ordine. Il Questore si ritiene soddisfatto.

Maurizio Auriemma, Questore di Agrigento, tira le somme di fine anno e ritiene che il Bilancio consuntivo sia più che positivo. Grazie alle 400 pattuglie in più disposte nel territorio della città, si è messa in atto un’attività di prevenzione molto importante che è stata avvertita anche e soprattutto dai cittadini. C’è stato un aumento del 30% dei fermi e degli arresti grazie all’attività delle forze dell’ordine di concerto con l’autorità giudiziaria di Agrigento e Palermo che ha consentito di fermare pericolosi delinquenti.

Il fenomeno dell’immigrazione è calato nettamente rispetto all’anno scorso anche grazie alle indicazioni di carattere nazionale. Ciò ha comportato un’attività di presidio delle coste che ha interessato l’impiego di 7000 persone tra Lampedusa e Agrigento.
Incendi e danneggiamenti sono stati 180 in tutta la Provincia, con maggiore interessamento nella città di Licata che ne registra ben il 30% del totale.

Sono stati organizzati diversi importanti incontri anche con gli studenti per sensibilizzare maggiormente su ciò che riguarda lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti, la violenza sulle donne, il consumo di alcol e tante altre piaghe che oggi affliggono il nostro Paese.

Un bilancio più che positivo, quindi, secondo il Questore Auriemma che non deve essere considerato un punto di arrivo, ma un punto di partenza per fare sempre meglio.