Porto Empedocle in apprensione per Pamela: una raccolta fondi per sostenere la famiglia

PORTO EMPEDOCLE. Dopo la morte della piccola Sofia c’è apprensione per un’altra coetanea, la sedicenne empedoclina Pamela Salamone, coinvolta in un incidente stradale alquanto grave avvenuto lunedì scorso nelle immediate vicinanze della centrale Enel di Porto Empedocle, nella zona “Cannelle”.

Dopo l’impatto la ragazza era stata medicata e curata dal personale sanitario dell’ospedale San Giovanni Di Dio e trasferita in elisoccorso a Villa Sofia di Palermo, ospedale più attrezzato di quello che sorge in contrada Consolida. Le condizioni della giovanissima sono critiche e disperate.

La ragazzina viaggiava a bordo di un ciclomotore insieme ad una sua coetanea (rimasta ferita pure lei) quando per cause in corso di accertamento si è scontrata con una Fiat Tipo. L’altra ragazza è rimasta quasi illesa.

Sui social è partita una raccolta fondi a sostegno della famiglia. “Chiediamo un aiuto – hanno fatto sapere gli amici della famiglia – affinché possano sostenere tutte le spese necessarie”.

Il luogo in cui si è verificato lo scontro è molto trafficato anche in questo periodo estivo. Erano le 22.30 quando si è registrato lo scontro e molte persone sono rimaste bloccate nel traffico che ha risentito della chiusura della strada per permettere ai soccorritori, prima, di intervenire per trasportare le ragazze ferite in ospedale e poi le forze dell’ordine impegnate nei rilievi utili alla ricostruzione della dinamica dell’incidente.