Panificatori, un cammaratese Vice Presidente nazionale di Assipan – Confcommercio.

Giacomo Zimbardo, titolare di un panificio a Cammarata, è stato nominato da Antonio Tassone, neo Presidente Nazionale dell’Associazione di categoria Assipan-Confcommercio, eletto il 27 marzo scorso, quale suo vice presidente, portandolo quindi al vertice dell’associazione. Grazie al suo impegno e alle sue battaglie, da Cammarata è stato chiamato a Roma per rappresentare, non solo l’associazione di categoria che rappresenta i panificatori all’interno della rete Confcommercio, ma l’intero settore della panificazione siciliana. La sua nomina, avvenuta giovedì 12 maggio durante il primo Consiglio direttivo nazionale dei panificatori di Confcommercio a guida Tassone, ovviamente gratifica tutta la struttura confederale agrigentina, che ha sempre supportato l’azione e le iniziative di Zimbardo. “Questa nomina, – dichiara Giuseppe Caruana, Presidente di Confcommercio Agrigento – premia l’impegno profuso da Giacomo Zimbardo a favore della propria categoria, ma soprattutto del nostro territorio, promuovendo la difesa di un mestiere nobile e antico, che rappresenta il cardine della tradizione e della cultura gastronomica e l’eccellenza delle nostre produzioni di qualità. La nomina ai vertici nazionali di Assipan di un agrigentino, non solo ci inorgoglisce, ma ci stimola ad andare avanti sul solco dell’impegno in associazione. E ci dà conferma della qualità e della professionalità del nucleo dirigenziale dell’Associazione di Agrigento e che testimonia la stima che questa riscontra nel più ampio contesto nazionale. Noi di Confcommercio Agrigento, – continua Caruana – siamo certi che Giacomo Zimbardo saprà affrontare al meglio questo nuovo e importante percorso, in un ruolo di prestigio e di responsabilità che lo vedrà certamente impegnato con la determinazione che lo ha sempre contraddistinto”Da parte sua, il neo vice Presidente Nazionale di Assipan Giacomo Zimbardo si dice onorato dell’incarico, e aggiunge:Il mio impegno a rappresentare la voce di tutti i colleghi non verrà mai meno. Ricoprire questo ruolo rappresenta un’importante occasione per affrontare al meglio le diverse problematiche che attanagliano tutti coloro che dedicano l’intera vita lavorativa alla produzione del pane. Sono convinto che dobbiamo fare sempre un passo avanti, magari rivedendo il modello di commercio urbano, di cui siamo ambasciatori, accompagnando i nostri laboratori ad una sempre migliore collocazione nel mondo produttivo ed economico”. “Ricordo – conclude Zimbardo – che il nostro lavoro è patrimonio di tutti e quindi, insieme ad Antonio Tassone che ringrazio per la fiducia in me riposta e a tutta la squadra di Assipan, saremo, responsabilmente e costantemente impegnati alla sua salvaguardia, perché tutelare la filiera del pane, i suoi produttori, significa garantire che nelle case di tutti gli italiani, sulle nostre tavole, arrivi un prodotto di qualità e soprattutto espressione viva della tradizione e della cultura dei nostri territori”.