Ospedale San Giovanni di Dio, la piscina riabilitativa si trasforma in discarica

All’interno dell’ospedale San Giovanni di Dio è presente una piscina riabilitativa che potenzialmente è una delle migliori strutture d’Italia, ma, trovandosi ad Agrigento, è stata riempita della cosa che per ora è più presente in città, la spazzatura.

La segnalazione arriva direttamente dal Deputato pentastellato Giovanni Di Caro che inneggia allo “scandalo” per ciò che avviene all’interno dell’ospedale. Il nosocomio agrigentino è purtroppo troppo spesso al centro dell’attenzione per le pessime condizioni in cui versa. Al suo interno sono moltissime le criticità e quest’utlima si aggiunge indegnamente alle altre.

Questa piscina potrebbe essere importantissima per la riabilitazione; la riabilitazione motoria in acqua, infatti, è considerata una delle più efficaci. Peccato che all’interno dell’ospedale sembra più conveniente utilizzare questo “spazio” come deposito di rifiuti. Lo stesso Di Caro ha promesso che a breve andrà a parlare con il nuovo manager dell’ASP, il Dott. Santonocito, per fare maggiore chiarezza.

Anche il dirigente sanitario USB Aldo Capitano ha parlato di questo episodio:

“Una piscina a vetri, una struttura di altissima qualità strumentale per la fisioterapia, non usata, abbandonata. Potrebbe essere utilizzata anche per la fisioterapia vascolare e per tante altre patologie ortopediche e neurologiche. Invece, lasciata nello assoluto abbandono ed i deterioramento. Sarebbe bene mandare le foto alla Corte dei conti, per una accurata pratica in danno allo Stato per mancato utilizzo e deterioramento. Una spesa in euro buttata in un camerino”