Offerta formativa di 47 visite guidate, itinerari e laboratori per 10 siti tra Palermo e Agrigento

Gli operatori didattici CoopCulture sono pronti a condurre gli studenti in un affascinante viaggio della conoscenza attraverso l’arte e la storia, alla scoperta di luoghi straordinari, opere di pregio e grandi personaggi.Un ricco programma di visite e attività didattiche collegate alle mostre e ai siti che CoopCulture gestisce.  Esperienze di visita in grado di coniugare il piacere della conoscenza

con la crescita formativa e l’acquisizione di unacittadinanza consapevole.

Un ricco programma di incontri con gli insegnanti per lapresentazione delle proposte didattiche di CoopCulture.

 

AGRIGENTO |

  • Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi
  • Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo
  • Casa Museo di Luigi Pirandello
  • Area archeologica e Antiquarium Eraclea Minoa

 

Venerdì 4 ottobre al Parco della Valle dei Templi alle insegnanti di ogni ordine e grado saranno presentate le attività didattiche previste per il prossimo anno scolastico.

Il mondo dei Templi verrà raccontato da un punto di vista mitologico e architettonico, tra colori e mosaici decorativi,  raccontando anche cosa c’è sotto la Valle, tra cunicoli e ipogei. Ancora, gli studenti potranno scoprire il mondo della letteratura che da sempre ha raccontato e descritto questa realtà, e il mondo del mito, tra l’origine delle feste in onore di Demetra e Kore e un vero e proprio “Archeosafari”. Gli archivi del museo prenderanno vita raccontando  i processi

socioeconomici alla base dell’invenzione della moneta e i luoghi di Pirandello, tra finzione e mondo reale.

 

PALERMO |

  • Palazzo della Zisa
  • Complesso Abbaziale di Monreale – Duomo e Chiostro dei Benedettini
  • Museo Archeologico Regionale “Antonino Salinas”
  • Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo
  • Museo di Zoologia P. Doderlein
  • Parco archeologico di Himera, Solunto e Monte Iato

 

A Palermo appuntamento per gli insegnanti venerdì 11 ottobre alle 15,30 al Museo Salinas. Verranno illustrate le attività didattiche previste: dal Palazzo della Zisa con il fantasma di Re Guglielmo II, ai mosaici di Monreale, passando per il Chiostro con i suoi ricchi capitelli istoriati, in cui si ritrovano temi legati all’iconografia religiosa, del Vecchio e del Nuovo Testamento, animali tratti dal bestiario medievale e della tradizione mediorientale. Ancora, alla scoperta della vita d’un tempo tra antiquarium e agorà, scoprendo la magia della rappresentazione di una tragedia greca, riflettendo sugli scambi commerciali e culturali e sull’assimilazione di usi e costumi tra popolazioni vicine. Escursione fuori città per scoprire la città antica di Ietas, un insediamento del VI secolo A.C, in vetta al monte Iato, si passerà dall’agorà alla polis, sedendo tra le rovine dell’antico teatro e ammirando lo skyline mozzafiato della valle.

Piccoli paleontologi al Doderlein, piccoli archeologi al Salinas e“sensi in azione” all’Orto Botanico, un museo a cielo aperto alla scoperta delle sue piante tropicali emediterranee.

 

Novità dell’anno: il giardino delle farfalle che si inaugura il 25 ottobre. All’interno della serra tropicale sarà possibile ammirare alcune delle specie di farfallepiù rare e spettacolari al mondo, accompagnati da  biologi ed entomologi.

Due itinerari abbracceranno la città, dal Salinas al Teatro Massimo, passando per la Cattedrale e villa Bonanno, tra caccia al tesoro e la vita dei Vicerè.

 

Per informazioni sulle singole attività, le tariffe, le disponibilità e per prenotare è possibile contattare l’ufficio scuole CoopCulture.

 

Operatori specializzati saranno in grado di proporre le soluzioni più idonee ad ogni esigenza di visita.