Nascose paternità del figlio, donna condannata a risarcire l’ex marito

Il giudice del Tribunale civile di Agrigento, Silvia Capitano ha condannato una donna di Favara a risarcire di 100.000 euro l’ex marito, dopo che la stessa aveva avuto una relazione extraconiugale, dalle quale è nato un bambino. Il marito, A.L., di Favara, difeso dall’avvocato Valentina Montalbano, vedrà risarcirsi i danni patrimoniali e morali subiti negli anni del matrimonio.

La vicenda ha inizio quando la donna ha dato la luce un bambino nel 2011, nato appunto da una relazione extraconiugale, nascondendone la reale paternità al marito. Quest’ultimo ha scoperto la verità tre anni dopo, e ha chiesto dapprima il disconoscimento del bimbo, poi si è rivolto all’avvocato Valentina Montalbano per avviare la causa di risarcimento danni patrimoniali e morali subiti, durante l’arco di tempo, in cui l’uomo ha accudito il bambino come se fosse davvero suo figlio.

Adesso dopo tre anni di causa la vicenda si è conclusa con un maxi risarcimento di oltre cento mila euro che dovrà sborsare l’ex moglie all’ex coniuge.