Mandorlo in Fiore 2020 sospeso per il Coronavirus, ma in città arrivano lo stesso i gruppi folk

La Sagra del Mandorlo e di conseguenza il festival internazionale del folklore sono stati annullati, per la questione del Coronavirus, ma i contrattempi non mancano. I gruppi di Messico e Honduras sono attesi in città, ospiti del Mandorlo in Fiore 2020 (oltre i gruppi dei bambini Costarica e Messico attesi domani). Avevano già prenotato i voli, a carico dell’Ente organizzativo, mesi addietro, ed da circa una settimana si trovavano in Calabria per partecipare ad un festival, che si tiene a Castrovillari. Il loro rientro in patria è previsto a fine Sagra del Mandorlo, ma con la manifestazione annullata adesso il Parco dovrà decidere se provare a rimpatriarli subito, o ospitarli in albergo in attesa del volo di rientro. In ogni caso saranno costi extra che l’Ente Parco dovrà affrontare. Nessuno degli organizzatori, al momento, ha voluto rilasciare dichiarazioni a riguardo.

A proposito Leggi anche il commento: Editoriali – Sagra, confusione e silenzi imbarazzanti- clicca qui

“Possibile che si debba sempre arrivare in ritardo e procurare danni economici con soldi pubblici che potevano servire ad altro? – si chiede invece Giuseppe Di Rosa, del movimento ‘Mani libere -. Dopo il danno anche la beffa di dovere comunque spendere gran parte dei soldi previsti e senza godere della festa? Come intendono gli organizzatori affrontare adesso la situazione spese? Riteniamo che il tutto debba essere fatto con la massima trasparenza”.