“Il baule del migrante” successo del poeta agrigentino Mirko Morello Gallo Cassarino

“Il baule del migrante” successo del poeta agrigentino Mirko Morello Gallo Cassarino si arricchisce di tre nuove uscite. Si tratta della collana “Extra dal baule” di cui sono editi già tre volumi.  Il primo, dal titolo “Pagine d’arte – da Epinàl a Quirino” è un’accurata monografia artistica di due pittori geograficamente agli antipodi. Si tratta del francese Andrè Epinàl e dell’artista baiano Quirino, personaggi nati dalla vena narrativa e poetica di Morello. Il libro, è un invito alla meraviglia, ricco di suggestioni visive rigorosamente a colori, così come di frammenti delle vite dei due artisti, stralci poetici di esistenze vissute nella pienezza della passione. 

“Il baule del migrante – afferma Mirko Morello – non è che uno scrigno di storie; un corollario di tutte le esperienze maturate, di ferite e di addii. E’ soprattutto – conclude – celebrazione dell’amore come dono da ricondividere”. Ecco quindi dopo una gestazione lunga un decennio, che “Il baule del migrante” pubblicato l’estate scorsa, si arricchisce con gli “Extra”. Editi dalla Magazine Morello Edition, i volumi sono tutti disponibili su Amazon. “Il sognatore tranquillo” raccoglie le pagine scelte dei taccuini di Milo Milani in cui la prosa poetica diventa ininterrotto richiamo al viaggio e all’incontro. In “Un altro uomo, altrove” oltre alla figura del fotoreporter, poeta e scrittore Milani trovano spazio Orellana e Donovan Jay Cooper, i più significativi eteronimi dell’autore. Questi uomini di carta ed ingegno divengono specchio e voce del tempo in cui hanno vissuto, amato e perso. Una lettura scorrevole e mai banale che non mancherà di affascinare il lettore. 

Maria Rosso