Mafia, chiesti 12 anni per ex sindaco e altre 5 condanne

Il pubblico ministero della Dda di Palermo, Alessia Sinatra, ha chiesto la condanna a 12 anni di reclusione nei confronti di Santo Sabella, ex sindaco di San Biagio Platani, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. L’ex primo cittadino è stato arrestato nell’ambito della maxi operazione denominata “Montagna” dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento. Secondo l’accusa, avrebbe stretto un patto con il boss del paese agrigentino, Giuseppe Nugara, che avrebbe poi portato alla sua elezione. Sabella ha sempre respinto le accuse.

Il processo è in corso davanti i giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato. Nello stralcio ordinario del processo sono imputate anche altri 5 imputati. Il Pm ha chiesto 18 anni per Salvatore Montalbano, 28 anni, di Favara; 16 anni per Calogero Principato, 30 anni, di Favara; 16 anni per Giuseppe Scavetto, 51 anni, di Casteltermini, 8 anni per Domenico Lombardo, 29 anni, di Favara; e 5 anni per Antonio Scorsone, 55 anni di Favara.