La settimana mondiale del “Green Building” entra nel vivo ad Agrigento

La settimana mondiale del “Green Building” entra nel vivo ad Agrigento

Cellura:”Ecco come è possibile pensare ad abitazioni che rispettino l’ambiente e i cittadini

Ripensare al modo di progettare le nostre abitazioni, per ridurre i consumi e migliorare l’ambiente in cui viviamo e quello che lasceremo in eredità ai nostri figli.

Sono questi alcuni dei temi che saranno al centro della settimana internazionale del “Green building”, che ha scelto Agrigento, “centro del mediterraneo, città simbolica”, come unica tappa del Sud Italia dell’iniziativa promossa a livello mondiale dal “Green Building Council”, associazione senza scopo di lucro cui, anche in Italia, aderiscono le più competitive imprese e le più qualificate associazioni e comunità professionali italiane operanti nel segmento dell’edilizia sostenibile.

Il primo incontro si è svolto nei giorni scorsi, con una conferenza dedicata ai professionisti, ingegneri, architetti e geometri, mentre un nuovo appuntamento si svolgerà domani, mercoledì 26 settembre, dalle 15 alle 17 presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri di via Gaglio 1, per un “Webinar” sul protocollo Gbc.

“Abbiamo scelto Agrigento, cuore del Mediterraneo, punto di snodo delle culture, come luogo in cui realizzare una iniziativa di carattere mondiale come la settimana del Green building, in questo momento celebrata in 70 paesi in tutto il Mondo – spiega l’architetto Antonino Cellura, segretario del Chapter Sicilia di Gbc Italia -. Un momento importante perché riuscire a costruire edifici ‘verdi’ significa riuscire a risparmiare energia in modo considerevole, dato che il 30% di quanto si consuma riguarda l’edilizia”.

Ma un cittadino, e un tecnico, cosa possono fare per ottenere case o edifici più “green”?

“Ovviamente – spiega ancora Cellura – esistono una serie di interventi che possono essere messi in atto fin dalla progettazione. In questo il tecnico ha un ruolo fondamentale. Il Gbc Italia ha un protocollo di sostenibilità ambientale, una verifica di tutte le azioni che devono essere poste in essere per realizzare ma anche gestire in modo “verde” un edificio con un uso efficiente delle risorse, un controllo della temperatura eccetera. Noi proviamo a promuovere questo approccio nuovo anche perché esiste una direttiva Europea, quella sugli edifici ad energia netta zero che imporrà presto i nuovi standard, e parlarne oggi significa anticipare il futuro”.

Soddisfatto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri, Alberto Avenia, che insieme all’ordine degli Architetti e il collegio dei Geometri ha sostenuto e ospitato le iniziative agrigentine della settimana del Green Building.

“Il rispetto dell’ambiente è importante – spiega Avenia – soprattutto in un momento in cui oggi ci troviamo a confrontarci con una notevole crisi rispetto alla produzione di una energia che deve essere sempre più sostenibile. A questo bisogna aggiungere un’attenzione particolare per la produzione anche materiali da utilizzare in edilizia che siano eco-sostenibili nel rispetto pieno dell’ambiente. Questo ci consentirà, non dico di recuperare il danno fatto nei secoli passati, ma poter sopperire a questo incentivando un recupero ambientale e urbanistico delle città di oggi.