La polizia nelle scuole: legalità ed internet più sicuro

La polizia nelle scuole contro il cyberbullismo.

In occasione del Safer Internet Day 2019, “La giornata per internet più sicura”, la Polizia di Stato, il ministero dell’Istruzione e l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, incontrano 60mila studenti in tutta Italia sul tema del cyberbullismo e sui pericoli della rete. Ad Agrigento la Polizia Postale e delle Comunicazioni è intervenuta alla scuola Anna Frank.
2^ Edizione del concorso progetto “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa” – anno scolastico 2018/2019

Nei giorni scorsi ha avuto inizio la seconda fase del percorso di educazione alla legalità nelle scuole su iniziativa del Questore Maurizio Auriemma, d’intesa con l’Autorità Scolastica Provinciale.

Lunedì scorso, un team di funzionari della Polizia di Stato è intervenuto presso la Scuola Media “Castagnolo” e la Scuola Primaria “Esseneto”.
L’iniziativa rientra nel più ampio “progetto scuole sicure” in cui si inserisce il concorso, ed ha l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti ad una riflessione sulla necessità di superare ogni chiusura ed isolamento, per una rinnovata capacità di impegno civile e per la promozione della cultura della legalità e del rispetto delle regole. L’entusiasmo dei giovanissimi destinatari del progetto e la preziosa collaborazione del corpo Insegnante e del Capo dell’Istituto Scolastico interessato, hanno tributato il successo di questo primo incontro che a momenti meramente ludici riservati ai più piccini ha visto gli alunni delle terze classi della scuola secondaria di primo grado impegnati e partecipi ai lavori del convegno al quale hanno contribuito attivamente con domande e appropriate osservazioni.

Altri appuntamenti con le scuole

La Polizia di Stato continuerà nelle prossime settimane il percorso di dialogo e confronto con studenti, docenti e famiglie degli istituti secondari di primo grado, trattando le tematiche inerenti la legalità nel contesto della filosofia di prossimità e di vicinanza alla società civile ed al mondo della scuola in particolare.

Contrasto al bullismo nelle scuole

Durante gli incontri continueranno ad essere affrontati i temi finalizzati a contrastare la mentalità mafiosa e rafforzare la cultura della legalità, come la prevenzione all’uso ed all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, il contrasto al bullismo ed alla luce delle recenti novità normative in materia di cyberbullismo e il rispetto del codice della strada per prevenire incidenti stradali. Inoltre, al fine di contrastare i fenomeni indicati, sarà illustrata l’applicazione YOUPOL di recente attivazione grazie alla quale i giovani possono segnalare, anche in forma anonima, episodi di spaccio di sostanze stupefacenti e di bullismo. Per gli studenti delle scuole primarie, vista la giovanissima età, gli incontri continueranno a vertere principalmente sull’impegno quotidiano della Polizia di Stato con il supporto illustrativo dei veicoli e delle apparecchiature in dotazione agli uffici della Questura e della Polizia Stradale.