Il Comune è in dissesto, ad Aragona niente soldi per studenti pendolari

Il Comune è in dissesto, non ci sono soldi in cassa e la Regione ha inviato soltanto 42 mila euro per espletare il servizio di trasporto degli alunni pendolari (ne servirebbero altrettanti) che da Aragona viaggiano per raggiungere le scuole ad Agrigento così come a Favara.

Saranno, dunque, i genitori degli alunni a mettere le mani al portafoglio e anticipare il 50% dell’abbonamento per il trasporto dei propri figli. E’ quanto emerso da una riunione durata tre giorni in piazza Scifo in cui hanno partecipato i genitori da una parte e l’amministrazione, guidata dal sindaco Pendolino, dall’altra.

Presente all’incontro anche il deputato regionale del M5S Giovanni Di Caro. “Non siamo soddisfatti di quanto sta accadendo e dobbiamo anticipare il 50% dell’abbonamento. Il sindaco si è impegnato a restituire le somme una volta arrivati i fondi” ha dichiarato un genitore presente all’incontro.