Il 2020 anno della della quarantena Netflix

Cari lettori di “Agrigento oggi”, il 2020 per ovvi motivi dipendenti dal Covid 19, è stato l’anno che io definirei della quarantena e Netflix. 

Per questo ho avuto modo di approfondire il mio amore per il cinema, colmando quelli che io chiamo “vuoti cinematografici” ed ho il piacere, grazie anche alla possibilità datami dal direttore Domenico Vecchio, di proporvi con una relativa scheda, alcuni titoli che io reputo degni di nota e comincerei da un cult che non tutti conoscono o che hanno almeno sentito nominare ma non lo hanno mai visto, ovvero il film musical “The Rocky horror picture show”, film uscito nel 1975  e diretto da Jim Sharman. Il film è stato definito dalla critica “Il più bel musical rock della storia del cinema, ignorato alla sua uscita, è divenuto presto un film di culto, citato anche in una scena di ‘Saranno famosi’. E’ ispirato alla commedia musicale di O’Brien che da vent’anni resiste sui palcoscenici americani.” Purtroppo il film non è mai stato doppiato in italiano neanche nei dialoghi non cantati e come giustamente sottolineato dalla critica, a causa del contenuto sopra le righe, il film non andò subito alla ribalta ma cominciò a circolare, proprio per le storie dei personaggi nei cinema notturni americani, frequentati da gente che ben volentieri cominciò a rispecchiarsi in questo genere di tematiche. 

Grazie a questo film cominciarono la loro lunga carriera l’attore Tim Curry, conosciuto per aver recitato in molti film, come ad esempio “IT” del 1990 e “mamma ho riperso l’aereo, mi sono smarrito a New York” del 1992 e l’attrice Susan Sarandon, conosciuta per aver recitato per esempio per aver recitato in “Thelma e Luise” e “Nemiche amiche”. Il mio giudizio è sicuramente molto positivo, perché in una società ancora non del tutto aperta alla tematica dei transgender il regista, ha invece voluto fare un passo avanti rispetto all’etica canonica di metà anni ’70. Nella canzone “sweet travestite” uno dei protagonisti principali, ovvero lo scienziato Dr-Fran-N-Futer, mostra l’orgoglio dell’essere se stessi e di voler a tutti i costi mantenere la propria personalità, nonostante la società, continuamente, ci ricordi che è assolutamente necessario essere normali e mantenere dei freni.  Il castello in cui si evolve la storia è quello dello scienziato appena citato e non mancherà sicuramente a lui e a la sua corte misteriosa, intrattenervi nel migliore dei modi.

La durata del fil è di 100 minuti 

Il mio voto personale è 8. 

 

Eleanna Durante