“Ha violato il divieto di comunicazione”, Arnone finisce in carcere

“Ha violato il divieto di comunicazione”. L’avvocato agrigentino Giuseppe Arnone è stato fermato dalla polizia di Stato, e portato in carcere, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Palermo, che gli avrebbe revocato il beneficio della semilibertà.

Arnone – secondo l’accusa – in particolare, avrebbe violato le prescrizioni che gli imponevano di non comunicare, e inviare email e note. Nei mesi scorsi aveva ottenuto di scontare una serie di condanne, prima in regime di affidamento in prova, e poi di semilibertà. Adesso il ritorno in carcere per le presunte violazioni dei divieti.