“Guerra” fra pescivendoli e minacce con la pistola, quattro persone a processo

Quattro pescivendoli a processo per lesioni e minacce per motivi economici e personali. Si tratta del noto Libertino Vasile Cozzo, 43 anni; e di due fratelli e un loro nipote Stanislao Freddoneve, 50 anni; Gaspare Freddoneve, 42 anni; e Giovanni Freddoneve, 25 anni. Tutti di Porto Empedocle. Il processo si terrà dinnanzi al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Alfonso Pinto.

I tre Freddoneve avrebbero picchiato Vasile Cozzo, e devono rispondere di lesioni aggravate, lo stesso Vasile Cozzo di minaccia aggravata dall’uso dell’arma. Con una pistola clandestina si sarebbe recato nel deposito di pesce dei “rivali”, ma appena giunti nei locali, a sua volta venne accerchiato e bastonoto. Vasile Cozzo finì in manette.