Gli sconti sono partiti troppo presto, Picarella: errore anticiparli al 2 gennaio

Sono partiti in maniera blanda e fiacca i saldi ad Agrigento. A rivelarlo il presidente di Confcommercio, Francesco Picarella: “L’avvio della stagione degli sconti anticipati di qualche giorno in Sicilia si sperava potesse essere uno stimolo per consolidare gli acquisti, invece tutto rimarrà nella media del periodo senza aumenti di sorta. L’anticipo dei saldi al 2 gennaio (cui Picarella era contrario n.d.r.), non sembra aver portato quegli incassi che i commercianti si aspettavano”.

Dunque traspare delusione dalle parole del numero uno dell’associazione dei commercianti che però conferma come “i saldi continuano ad esser una opportunità per risvegliare le vie del centro città, per dare fiducia e rianimare la professionalità degli operatori, nella maggior parte schiaccete dalle organizzazioni dei centri commerciali e dagli acquisti on line, in una giungla di tasse sempre più padrone delle scelte di mercato”.

Intamto per le vie del centro poca gente ad approfittare degli sconti che toccano già il 50 per cento.