Giro di prostituzione, scattano quattro condanne

Quattro condanne al processo scaturito dall’inchiesta “Semiramide”, su un giro di prostituzione di ragazze rumene tra Reggio Calabria e Licata. I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato (con a latere Alessandro Quattrocchi e Giuseppa Zampino), hanno condannato a 4 anni di reclusione Gicu Radu, 42 anni; 3 anni e 6 mesi ciascuno per Julian Bobeica, 33 anni, Alessandru Hornet Razvan, 34 anni, tutti della Romania, e Alessandro Polimeni, 42 anni, di Reggio Calabria.

Tutti accusati dei reati di associazione a delinquere, induzione e sfruttamento della prostituzione. Il pubblico ministero Sara Varazi aveva chiesto nove anni e sei mesi di reclusione per Radu, nove anni ciascuno per Bobeica e Hornet Razvan e sette anni e sei mesi per Polimeni. L’operazione, condotta dai carabinieri di Reggio Calabria, è scattata nel 2011, due anni dopo i fatti. Un filone dell’inchiesta è approdato al Tribunale di Agrigento. I reati, nonostante siano trascorsi 12 anni dai fatti, non sono prescritti.