Giornate Fai per le scuole: studenti in visita al Palazzo della Provincia

Tantissimi studenti delle scuole superiori della città in visita nei luoghi, individuati dal Fai, del Libero Consorzio Comunale, guidato dal Commissario straordinario Raffaele Sanzo. Le Giornate Nazionali del Fai dedicate, ogni anno alle scuole in tutta Italia, rappresentano un momento culturale e didattico per avvicinare i giovani ai temi dell’ambiente, al paesaggio ed alla cultura delle nostre identità.  Ieri mattina, centinaia di studenti, nonostante il vento e la pioggia, guidati da apprendisti Ciceroni, hanno spiegato ed illustrato la scala reale, la Galleria dei Presidenti, l’aula consiliare “ Giglia “ ed il Giardino Botanico.  Le scuole partecipanti sono: Liceo Classico Empedocle, diretto da Marika Gatto, Liceo scientifico Leonardo, diretto da Patrizia Pilato, Liceo scientifico e delle scienze umane Politi, diretto da Santina Ferrantelli, IISS Sciascia, diretto da Milena Siracusa, IISS Gallo, diretto da Gina Casà, IISS Fermi, diretto da Elisa Casalicchio, IC Pirandello di Porto Empedocle diretto da Anna Gangarossa e Delegata Fai per la scuola.  Una iniziativa esaltante che avvicina la comunità studentesca al rispetto ed alla conoscenza dei temi ambientali, alla cultura del luogo per godere di una esperienza di impegno civile.  Presenti la Delegata scuola del Fai Agrigento, Anna Gangarossa che ha voluto accompagnare gli studenti alla scoperta del patrimonio di arte e natura del proprio territorio ed il capo delegazione del Fai, Giuseppe Taibi che ha espresso vivo compiacimento per la partecipazione dei ragazzi. Obiettivo principale della Fondazione, ha esordito Taibi, e’ quello di stimolare lo spirito di una cittadinanza attiva che non si limiti a considerare il paesaggio una materia da studiare, ma coinvolga i giovani nell’impegno per la sua tutela, in quanto bene collettivo di inestimabile valore, simbolo della nostra stessa identità, perchè, come affermava la fondatrice del FAI, Giulia Maria Mozzoni Crespi: “Si difende ciò che si ama e si ama ciò che si conosce”. Il mondo della scuola rappresenta, dunque, un interlocutore naturale, che ogni anno offre ai docenti numerose proposte didattiche, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per la scoperta del nostro patrimonio naturale e artistico”, ha concluso Giuseppe Taibi, Capo Delegazione del Fai Agrigento.