Giallo Gessica Lattuca, Russotto si difende: “Sono una povera vittima”

La Procura di Agrigento, come ormai noto, ha iscritto nel registro degli indagati – con l’ipotesi di reato di occultamento di cadavere e maltrattamenti – Filippo Russotto, 37enne ex compagno di Gessica Lattuca, la madre di quattro figli di cui non si hanno più notizie dal 12 agosto scorso.

Filippo Russotto, tramite il legale Salvatore Cusumano, si difende: ” Sono una povera vittima,non possono puntare il dito su di me. Sono innocente, loro lo sanno”. Sui presunti maltrattamenti il favarese, ai microfoni di una trasmissione televisiva ha detto: “Qualche schiaffo per il suo bene l’ho dato”.

Sulle accuse a Russotto intervengono i familiari di Gessica. Il fratello della giovane, Vincenzo Lattuca, dice: “Fino ad oggi, Filippo, per me, ha la coscienza pulita”.

Intanto proseguono le indagini. E’ di ieri la notizia, anticipata da Grandangolo, di una supertestimone che avrebbe indicato nel cimitero di Favara il luogo dove sarebbe stata sepolta la ventisettenne.

Insomma il mistero della sparizione di Gessica Lattuca continua.