Furti nelle scuole: recuperati computers e amplificazioni

Quando hanno scoperto il “bottino”  i Carabinieri di Ribera hanno subito pensato ai vari furti avvenuti negli ultimi tempi. Per i militari si tratta dei furti in danno di alcuni istituti scolastici del centro crispino. Nel territorio  Riberese, infatti, negli ultimi due mesi, si erano verificati dei furti all’interno di scuole.

Furti nelle scuole

Negli istituti “Navarro” e “Don Bosco” erano stati rubati strumenti audio e musicali, pc notebook ed attrezzature varie. Nel corso di un massiccio dispositivo di controllo del territorio, disposto nelle ultime ore dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento, i militari della Tenenza di Ribera hanno intensificato i posti di blocco.

Durante i controlli, è stato fermato un giovane di nazionalità romena, beccato in possesso di un pc-notebook occultato all’interno della sua autovettura.

Blitz all’interno di un’abitazione a Ribera

A quel punto i militari ha anno deciso di effettuare ulteriori verifiche presso l’abitazione in cui vive l’uomo. In un sottoscala erano nascosti personal computers, amplificazioni audio ed attrezzatura elettrica varia. Il tutto subito sequestrato ed in gran parte già riconosciuti dal personale addetto agli istituti scolastici che avevano subito i furti.

Denunciate 5 persone

Il valore della refurtiva recuperata, ammonta complessivamente a circa  10.000 euro. Al termine degli accertamenti, per i cinque, 4 uomini ed una donna, è subito scattata una denuncia all’Autorità Giudiziaria, con l’accusa di “Ricettazione”. Presso la Tenenza dei Carabinieri di Ribera, continueranno nei prossimi giorni le attività di riconoscimento degli oggetti trafugati.