Fortitudo ti presento il tuo avversario: Legnano Knights

Turno infrasettimanale per la Fortitudo Agrigento attesa giovedì sul parquet del PalaBorsani di Castellanza per il match contro i Legnano Knights; la partita, con inizio alle ore 20, è valevole per la 19^ giornata del campionato di A2 di pallacanestro.

La vittoria casalinga contro la Leonis Roma sembra aver chiuso il mini-ciclo negativo coinciso con l’indisponibilità, causa infortuni, di alcuni uomini chiave del roster.

L’ottimo rientro di Giacomo Zilli (8 punti e 9 rimbalzi), ha evidenziato l’importanza del centro friulano negli schemi di gioco di coach Franco Ciani: in fase difensiva, la sua presenza fisica è in grado di mettere in difficoltà gli avversari costringendoli a giocare lontano dal canestro e a forzare le conclusioni, mentre in attacco garantisce un ampio ventaglio di soluzioni ai compagni di squadra che con il suo aiuto sono liberi di tagliare, muoversi, allargarsi, bloccare o scambiarsi posizione.

Altre note positive sono arrivate da capitan Evangelisti (7 punti) e Tommaso Guariglia che, con 7 punti, mette a referto la sua terza miglior prestazione stagionale. 

Qui Legnano: l’obiettivo è uscire dalle sabbie mobili della zona playout

La squadra lombarda è nel bel mezzo di una stagione difficile, situazione perfettamente comprensibile quando si ha a che fare con un radicale cambiamento di tutto l’organico. Non contenta di ciò, messa alle corde da un avvio di stagione in salita, la dirigenza è stata costretta a ulteriori cambiamenti: in primo luogo è stato sostituito l’allenatore, (Mazzetti al posto di Sacco dopo la sconfitta subìta nel girone d’andata contro la Fortitudo); in secondo luogo si è proceduto a rinforzare il roster.

Le statistiche evidenziano un notevole squilibrio tra l’attacco, che realizza 75.8 di media, e la difesa che ne subisce 83.4 (quarta peggior difesa del girone).

La squadra allenata da coach Alberto Mazzetti, per uscire dall’attuale situazione di classifica – 8 punti e penultima – non può far altro che affidarsi alle giocate dei suoi giocatori di punta. Tra questi il vice-capocannoniere del girone ovest Anthony Raffa (22.7 di media), ma occhio anche a Michele Serpilli autore di 16 punti contro Bergamo. 

The Archer: Charles Thomas       

Nativo del Mississipi, classe ’86, Thomas è un’ala grande/centro di notevole potenza fisica (201cm x 102kg). Soprannominato “The Archer” (l’arciere) – per l’usanza di esultare dopo un canestro simulando il gesto di un arciere – è stato uno dei colpi messi a segno nel mercato di riparazione. La delicata situazione di classifica dei Knights ha spinto il sodalizio lombardo a sostituire Makinde London, giudicato ancora acerbo e poco incisivo, con un giocatore dall’ottimo background cestistico (4 anni con l’Università dell’Arkansas) e con una discreta esperienza nel nostro campionato (la scorsa stagione a Cantù con 12 punti di media e 4.2 rimbalzi).

Nelle tre partite disputate con i Knights ha messo a segno 27 punti di media con il 38% dall’arco.

 

Probabile starting line-up: Raffa, Bortolani, Serpilli, Thomas, Bozzetto.