Formentera: tutte le informazioni per visitare al meglio l’isola

Partiamo con il presupposto che se siete alla ricerca di una vacanza fatta di divertimento e vita notturna, probabilmente Formentera non è la meta migliore per voi. In questo caso sarebbe meglio orientarsi verso la scelta di altre isole delle Baleari come Ibiza o Maiorca.
Le principali attrazioni di Formentera, infatti, sono soprattutto legate alla natura, alla storia ed alle tradizioni. Non solo spiagge paradisiache e acqua cristallina, dunque, ma anche suggestive torri, fari e mulini, boschi di pini e ginepri, itinerari da percorrere a piedi o in bici, saline e lagune.

Quando partire per Formentera

Il primo suggerimento che ci sentiamo di dare riguarda la partenza. Se state pianificando la vostra prossima vacanza a Formentera la scelta del periodo è senza dubbio una delle prime preoccupazioni di cui tenere conto.
Il periodo migliore è senza dubbio quello di luglio ed agosto: in questi mesi il clima è perfetto. Purtroppo, però, si tratta anche del periodo più movimentato sull’isola che in alcune settimane può diventare davvero invivibile.
Anche il periodo che va da giugno a settembre può permettere di godere di un clima generalmente piacevole e di una maggiore tranquillità.
Tutto dipenderà soprattutto dal tipo di vacanza che vi siete prefissati di fare: per una vacanza di divertimento sfrenato e feste in spiaggia è preferibile recarsi a Formentera a luglio o ad agosto; per una vacanza più tranquilla meglio giugno o settembre. Tenendo comunque presente che la possibilità di divertirsi e far festa si ha anche in questi mesi.

Dove alloggiare a Formentera

Una volta scelto il periodo nel quale si ha intenzione di partire per Formentera non resta che decidere dove alloggiare. Si tratta di una questione non particolarmente complessa dal momento che l’isola non è affatto grande e se decidete di noleggiare un’auto o un motorino riuscirete a girarla tranquillamente nell’arco di una mezzora.
Molti turisti prediligono appartamenti es pujols, uno dei principali centri dell’isola nel quale si trovano la maggior parte di ristoranti e club. Inoltre, si tratta anche di un paese piuttosto strategico dal punto di vista geografico data la sua vicinanza alle spiagge più importanti dell’isola.

Come muoversi 

Come già accennato, l’isola non è particolarmente grande ed è tutto facilmente raggiungibile in meno di mezzora con un qualsiasi mezzo motorizzato.
Sull’isola sono presenti numerose agenzie che si occupano di noleggi di auto e moto. Per quanto riguarda l’auto il costo del noleggio è di circa 30€ al giorno per una city car che sarà perfetta lungo le piccole stradino dell’isola.
La soluzione migliore, però, è quella di noleggiare un motorino, un classico delle vacanze nelle isole del Mediterraneo. Il costo del noleggio di uno scooter è di circa 20€ al giorno per potersi muovere con la massima libertà andando ad esplorare ogni angolo dell’isola.
Nel caso dello scooter è importante fare attenzione alle normative dell’isola. Infatti, queste sono diverse da quelle italiane. Per guidare un classico scooter da 50 cc non ci sono problemi dal momento che le normative spagnole ed italiane sono le stesse. Diverso, invece per quanto riguarda i motorini con cilindrate più alte. Infatti, in Italia uno scooter da 125 cc può essere guidato se si è in possesso della patente B, mentre in Spagna occorre la patente A oppure possedere la patente B da almeno 3 anni.
Per evitare di correre inutili rischi è bene far attenzione e controllare insieme all’autonoleggio.