Fondazione Teatro, Aronica “lascia” e Miccichè lo ringrazia

“Rispetto la scelta fatta e ringrazio per l’impegno e il lavoro svolto fino a questo punto”. Così il sindaco di Agrigento all’indomani delle “dimissioni irrevocabili” del direttore generale della Fondazione Teatro Pirandello, Calogero Tirinnocchi e del presidente Gaetano Aronica (rimane invece in carica il consigliere nominato dalla Regione Sicilia, Salvatore Nocera Bracco). “Una scelta che non andrà sicuramente a precludere il futuro del Teatro Pirandello – aggiunge il primo cittadino – che assicurerà un cartellone di tutto rispetto e che anzi vogliamo rilanciare”. Finisce, dunque, l’era di Gaetano Aronica al Teatro Pirandello. L’attore agrigentino, protagonista della serie Netflix che l’ha reso celebre nel mondo, si affida proprio ad una citazione in latino per salutare la Fondazione. “Veteres lupi noscunt quando sibi tempus sit recedere. Maxuma viri gloria constat ex fine sua statuenda.” “Gli antichi lupi sanno quando è il momento di ritirarsi. La più grande gloria dell’uomo è evidente dalla sua fine.” Proprio come, Publio Quintilio Varo, da lui interpretato nella fortunata serie “Barbari” ( Primo nelle classifiche di tutto il mondo), Aronica si congeda così dal suo pubblico. E’ evidente che c’è però tanto rammarico. All’attore, ovviamente , gli impegni non mancano, ed in queste ore è già sui Nebrodi per girare, proprio nel suggestivo paesaggio dei monti siciliani, le riprese del film “Shotgun”, primo lungometraggio scritto e diretto da Marta Savina, nel cui cast figurano, tra gli altri Claudia Gusmano e Fabrizio Ferracane. Un peccato che il Pirandello abbia voluto privarsi di uno del calibro di Gaetano Aronica che tanto ha dato e probabilmente ancora avrebbe voluto dare al teatro comunale. Chiamato dall’ex sindaco Calogero Firetto, finisce dunque , almeno per il momento, il suo impegno al Pirandello. “Un peccato – dice – perchè avevamo già pronto il cartellone e lasciamo le casse del teatro in salute”. Tutto qui? Si, perchè Aronica non vuole aggiungere altro e preferisce lasciare senza polemiche, almeno per il momento. Intanto, fa sapere il sindaco che la nomina dei nuovi componenti del Cda slitta alla prossima settimana. I nomi, su cui vige massimo riserbo, non si sapranno prima di martedì prossimo.