Favara, la strada cede e viene chiusa al traffico: disabile prigioniero in casa

Dopo il crollo di un breve tratto stradale del 2 novembre scorso causato da alcune perdenze fognarie, la strada Esa Chimento era rimasta aperta solo per consentire ai residenti il normale passaggio. Quindi la strada era chiusa al traffico regolare nell’attesa che chi di competenza intervenisse per risolvere il problema.

Da quel momento in poi iniziò un’infinita diatriba tra il Comune di Favara e Girgenti Acque per decidere a chi spettasse la riparazione. Ma nel frattempo la strada è ceduta del tutto causando un grave disservizio ai residenti. Infatti se prima per raggiungere il centro città si dovevano percorrere solo pochi metri, adesso bisogna fare una strada alternativa lunga 15 chilometri.

Nella zona è presente un centro per anziani che adesso deve far fronte a questa difficile situazione, ma la cosa più grave è che un residente portatore di handicap è costretto a rimanere in casa. A nessuno dovrebbe essere preclusa la possibilità di uscire o di muoversi liberamente.

Era necessario intervenire immediatamente e riparare il danno quando ancora era di lieve entità, invece di aspettare che il danno diventasse ancora più grave e che le perdite fognarie continuassero ad inquinare l’aria.

Si aspettano ulteriori accertamenti.