Erosione costiera, dopo l’estate i lavori ad Eraclea Minoa

Partiranno il primo ottobre prossimo i lavori di sistemazione e ripascimento della spiaggia di Eraclea Minoa, da anni soggetta a forte erosione e che nel tempo ha fatto indietreggiare di quasi cento mentri la spiaggia, mettendo a rischio anche le attività economiche li esistenti. Le opere non possono partire adesso per consentire la nidificazione della tartarughe Caretta caretta. Lo ha fatto sapere il sindaco di Cattolica Eraclea, Santino Borsellino. «Adesso – ha detto il primo cittadino al Giornale di Sicilia- abbiamo tutte le autorizzazioni per il progetto contro l’erosione costiera ad Eraclea Minoa, non si può aprire adesso il cantiere perché nel periodo estivo non è possibile, ma posso garantire che il primo ottobre inizieranno i lavori. Il cantiere – ha aggiunto Borsellino – poteva essere aperto già a fine aprile, ma poi i lavori si sarebbero dovuti fermare a maggio perché nelle prescrizioni viene indicato il periodo di maggio-settembre come quello della nidificazione delle tartarughe Caretta caretta». Da un punto di vista tecnico, l’intervento, programmato dal commissario di governo per il dissesto idrogeologico, Maurizio Croce, che in questi anni è intervenuto con progetti simili in diverse zone della Sicilia – prevede la realizzazione di tre pennelli costituiti da massi ciclopici e il ripascimento della spiaggia con la sabbia che sarà prelevata dal porticciolo turistico che negli anni ha assunto dimensioni preoccupanti, cancellando ampie porzioni di spiaggia. Il governo Musumeci prosegue nell’azione di tutela e recupero dei tesori ambientali della nostra Isola. Come per tutti gli impegni presi in tema di ambiente con il popolo siciliano, anche la salvaguardia della costa di Eraclea Minoa è adesso un fatto amministrativo concreto». Intanto, è già ripartita la stagione turistica ad Eraclea Minoa: ha riaperto i battenti e ospita già diversi turisti il camping Eraclea Minoa Village. Aperti anche i due stabilimenti balneari presenti alla seconda e alla terza spiaggia. Nutrita la presenza di bagnanti e turisti durante il caldo weekend. L’estate, di fatto, è già iniziata.