Energia: facciamo il punto sulle fonti rinnovabili per le utenze domestiche 

Gli incendi continui, lo scioglimento dei ghiacciai e la siccità sono solo alcuni dei segnali che il Pianeta Terra sta lanciando per far capire che si stanno commettendo dei gravi errori nella gestione delle risorse naturali.

Si tratta di una situazione che interessa da vicino anche l’Italia, infatti lo scorso 15 maggio nel paese si è registrato l’Overshoot Day, ovvero il momento in cui sono state dichiarate esaurite le risorse di cui si poteva disporre per l’anno 2022. Ciò significa che attualmente è in atto il consumo di tutte quelle che avrebbero dovuto essere destinate a soddisfare il fabbisogno della popolazione nel 2023.

Si è di fronte, dunque, a un problema generale di sovrasfruttamento a cui può essere posto rimedio passando innanzitutto per l’attuazione degli appositi provvedimenti stabiliti a livello internazionale. In ogni caso, in questo momento così delicato è indispensabile anche l’impegno della società: ogni individuo, infatti, cambiando il proprio stile di vita e compiendo scelte sostenibili può fornire un piccolo, ma determinante contributo.

A questo proposito, senza dubbio per ridurre il proprio impatto sull’ambiente è necessario porre maggiore attenzione ai consumi energetici, adottando comportamenti con cui ridurre gli sprechi e, al contempo, orientandosi verso forniture sostenibili prodotte da fonti rinnovabili per le proprie utenze domestiche. 

I combustibili fossili da cui si ricava energia in modo tradizionale, infatti, sono particolarmente nocivi per l’ambiente poiché dalla loro lavorazione deriva l’emissione di sostanze inquinanti in grado di compromettere gli ecosistemi.

Mercato libero: una opportunità per compiere scelte sostenibili


Attualmente, per disporre di energia pulita per la propria casa è possibile guardare alle opportunità più interessanti disponibili sul mercato libero. Ne costituiscono un esempio le offerte di Pulsee, che se attivate dal sito includono la fornitura luce prodotta da fonti sostenibili, ulteriormente personalizzabile con diversi servizi aggiuntivi e con la massima trasparenza di costi.

Naturalmente, una scelta sostenibile in tema di energia è realmente efficace se si affianca a gesti quotidiani che implichino un ridotto consumo giornaliero delle fonti a disposizione. 

A questo proposito, è importante ricordare l’importanza di spegnere gli apparecchi elettronici quando non servono senza lasciarli in stand-by, utilizzare elettrodomestici dall’efficienza energetica elevata nonché programmi ecosostenibili, laddove disponibili.

Le fonti rinnovabili per produrre energia per la casa


Le fonti rinnovabili da poter sfruttare per produrre energia pulita sono piuttosto numerose.
Basti pensare all’energia prodotta dal movimento delle pale eoliche derivante dall’azione del vento: l’iniziale energia cinetica si trasforma in energia meccanica dalla quale, poi, si può ottenere la corrente che può essere utilizzata all’interno delle abitazioni.

Di particolare interesse anche l’energia che si ricava dall’irraggiamento solare o dalle correnti d’acqua: nel primo caso, servono specifici impianti dotati di materiali semiconduttori per consentire la conversione in elettricità della luce solare. 

Nel secondo caso, il sistema di funzionamento è prettamente meccanico poiché è la forza di scorrimento dell’acqua in caduta libera verso il basso ad indurre il movimento di turbine dalle quali – grazie ad un alternatore che viene attivato – si genera energia pulita.

Infine, degno di nota è il processo di lavorazione degli scarti vegetali ed alimentari provenienti da realtà urbane, agricole o industriali: tramite esso, si ottiene il biogas che, oltre ad essere una fonte di energia rinnovabile, se raffinato e purificato (rimuovendo l’anidride carbonica) può portare ad ottenere il cosiddetto biometano, un carburante a ridotte emissioni da utilizzare per alimentare i mezzi di trasporto.