Elezioni regionali: ex M5s poi in Attiva Sicilia “bocciati” dalle urne

Nessuno dei quattro ex del M5s ricandidati all’Assemblea regionale siciliana nelle liste di Fratelli d’Italia ce l’ha fatta: Matteo Mangiacavallo, Angela Foti, ex vice presidente dell’Ars, Elena Pagana, e Sergio Tancredi sono stati “puniti” dalle urne. Cinque anni fa avevano totalizzato complessivamente 42.689, e furono eletti nelle liste del M5s. Oggi quel patrimonio di voti si è dissolto quasi del tutto: tutti insieme hanno ricevuto appena 3.842 preferenze. Ben 38.847 voti persi rispetto a 5 anni fa.

I quattro parlamentari – assieme a Valentina Palmeri che però poi si staccò passando al Misto in quota Verdi e non si è ricandidata – fecero la scelta due anni fa di lasciare i 5stelle e di formare il gruppo Attiva Sicilia, che appoggiò il governo di Nello Musumeci.

Nella tornata delle regionali, appena conclusa, il risultato per i quattro ricandidati è stato deludente. Ad Agrigento Matteo Mangiacavallo, che cinque anni fa aveva ricevuto ben 15.973 preferenze, ha racimolato solo 498 voti, piazzandosi quinto nella lista composta da sei candidati; a Catania Angela Foti ha ottenuto 1.035 voti, risultando solo ottava su tredici; a Trapani Sergio Tancredi 619 preferenze; a Enna Elena Pagana 1.690 voti rispetto a 8.110 del 2017.