E’ giallo sul ragazzo disperso in mare

E’ un vero e proprio giallo la vicenda del ragazzo disperso in mare, da sabato pomeriggio, dopo essere sparito dalla vista dei suoi amici mentre stava facendo il bagno, nel mare antistante il locale “Oceanomare”, lungo il viale delle Dune, a San Leone.  Forse sarebbe riuscito a tornare a riva con le sue forze, nonostante la corrente. Il gruppo era composto da quattro immigrati. Due sarebbero rimasti sulla spiaggia, mentre gli altri due avrebbero deciso di tuffarsi. Una volta in acqua, uno di loro è subito rientrato chiedendo aiuto, e dicendo che il suo amico era sparito tra le onde.

Il gruppetto di giovani si è rivolto ad una donna, che ha subito chiamato il 112. I primi ad arrivare sul posto sono stati i poliziotti della sezione Volanti. Successivamente si è levato in volo un elicottero del 118 per perlustrare la zona, mentre una motovedetta della Guardia costiera, e un gommone della Guardia di finanza hanno scandagliato il tratto di mare, dalla prima spiaggia fino ad arrivare a Cannatello. Non è stato trovato nulla. E le ricerche oggi sono state sospese.

A questo punto l’ipotesi più plausibile è che il ragazzo sia riuscito a tornare a riva da solo, magari in una zona diversa da quella in cui si era tuffato. I quattro migranti potrebbero essere ospiti di una comunità di accoglienza, anche se da nessuna struttura del territorio è però giunta notizia della scomparsa di un ospite, e, di conseguenza, non ci sono state denunce alle forze dell’ordine.