E’ autore di una serie di rapine, giudizio immediato per giovane

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella ha disposto, il giudizio immediato, per il palmese Nicola Milanese, di 27 anni, coinvolto in una serie di rapine, compiute nel centro abitato di Palma, e di una tentata rapina a Licata, tra l’11 e il 25 febbraio di quest’anno. Accolta la richiesta del pubblico ministero Antonella Pandolfi. L’imputato, difeso dall’avvocato Giuseppe Lauricella, ha chiesto il rito abbreviato. Il processo si celebrerà, davanti al Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, il prossimo 24 marzo.

Milanese finì in  carcere lo scorso 23 marzo, dopo le indagini dei poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, e dei loro colleghi del Commissariato di Palma di Montechiaro. . Poi i giudici del Tribunale del Riesame di Palermo, in parziale accoglimento del ricorso presentato dal legale difensore dell’indagato, l’avvocato Lauricella, avevano concesso al giovane gli arresti domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico.

E prima di lui gli investigatori avevano identificato un sedicenne, residente a Palma, risultato l’esecutore materiale dei “colpi”. Milanese, nel corso dell’interrogatorio aveva ammesso di avere preso parte alle rapine, precisando però di essere rimasto in auto a fare da “palo”.