Due naufragi in 24 ore, un morto e due bambini dispersi. All’hotspot muore piccola

Una bambina di 6 mesi è morta nell’hotspot di contrada Imbriacola a Lampedusa dove era arrivata, ieri pomeriggio, con la madre. La piccola non sembrava stare male, e dopo l’approdo è stata portata nella struttura di prima accoglienza. Nel pomeriggio la tragedia. A causare il decesso forse un problema congenito, o un malore improvviso. E’ stata naturalmente notiziata la Procura di Agrigento.

Sempre nel pomeriggio è stato recuperato un cadavere durante le operazioni di soccorso di un altro sbarco. Dovrebbe essere uno dei dispersi del naufragio di un barchino affondato, ieri sera, nelle acque antistanti a Lampedusa. Trentadue migranti, fra cui 3 donne, sono stati salvati dalla motovedetta della Guardia costiera. Tre ancora i dispersi, fra cui due bambini di 6 mesi e 6 anni.

Venerdì sera un’altra barca, a 40 miglia da Lampedusa, si è ribaltata, 40 migranti sono stati tratti in salvo, e tre sono risultati essere invece dispersi. La Procura di Agrigento, con il procuratore capo facenti funzioni Salvatore Vella, ha aperto due fascicoli d’inchiesta, a carico di ignoti. In entrambi i casi, le ipotesi di reato sono: favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e morte quale conseguenza di altro reato.

Salgono a 24 gli sbarchi che si sono registrati tra ieri e oggi con l’approdo di 829 migranti.