Crollo costone al Viale della Vittoria, nuove accuse per Zambuto

Crollo del costone sul Palazzo Crea al Viale della Vittoria, nuove accuse per l’ex sindaco di Agrigento Marco Zambuto.

Secondo l’ex comandante della polizia municipale di Agrigento, Cosimo Antonica, attuale dirigente di un altro settore di Palazzo dei Giganti, il crollo era già previsto. Antonica insieme ai tecnici del Comune e della Protezione civile ha elaborato un documento sui rischi idrogeologici di quel costone e quel crollo era già appunto previsto. Nel documento elaborato dai tecnici avrebbe messo la firma, come riporta il Giornale di Sicilia, anche il sindaco Marco Zambuto.

Insieme a Zambuto sono sotto processo il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, Giuseppe Principato, e i tre proprietari dei terreni prospicienti al costone accanto i cosiddetti Palazzi Crea. Ai proprietari dei terreni prospicienti il costone del viale della Vittoria viene contestato, invece, di non avere adempiuto ad un’ordinanza, emessa il 5 aprile del 2011 dallo stesso Zambuto, che imponeva loro di eseguire delle opere di manutenzione consistenti nella “regimazione delle acque” che dovevano servire a eliminare il pericolo.

Il crollo del costone provocò, lo ricordiamo, l’evacuazione per anni di una settantina di famiglie, negozi e attività commerciali.