Corse deviate e cresta biglietti autobus: chiesti 10 rinvio a giudizio

Il pubblico ministero Gianluca Caputo, ha chiesto il rinvio a giudizio a carico di dieci autisti di autobus della Tua, accusati di truffa aggravata e interruzione di pubblico servizio. A decidere adesso sarà il Gup del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, il 7 luglio prossimo.

I difensori dei dieci imputati avevano chiesto al giudice di dichiarare la nullità dei capi di imputazione formulati dalla Procura, e il non doversi procedere. Gli autisti della società Tua di Agrigento sono accusati di avere fatto la cresta sulla vendita dei biglietti, e di avere deviato il percorso di alcune corse.

Sul banco degli imputati siedono Giuseppe Danile, 60 anni; Giuseppe Donisi, 52 anni; Maurizio Buttigè, 52 anni; Maurizio Camilleri, 52 anni; Vincenzo Falzone, 53 anni; Giuseppe Lattuca, 59 anni; Michelangelo Nasser, 57 anni; Andrea De Carmelo Russo, 59 anni; Giuseppe Trupia, 54 anni e Angelo Vaccarello, 53 anni.