Coronavirus, dopo i ristoranti chiudono anche i negozi di cinesi

I cinesi proprietari di negozi di vestiti, e oggettistica hanno deciso di chiudere i battenti, ed esposto un cartello davanti ai propri esercizi commerciali, per annunciare la chiusura per evitare di diffondere ulteriormente il contagio del Coronavirus. Prima di loro era toccato ai titolari dei ristoranti.

La comunità cinese di Agrigento, che conta diversi negozi in provincia, ha deciso di abbassare le saracinesche fino a quando non verrà ristabilita la normalità.

La decisione arriva dopo un mese, quello di febbraio, dove gli affari sono crollati a causa della diffusa paura, che ha portato molti clienti a non frequentare negozi e ristoranti di cinesi.